In offerta!
Solo 0,47€ a cpr
 15,00

Drenaflog forte è un integratore alimentare a base di Bromelina ed estratti vegetali di Ippocastano  e Boswellia. la sua particolare composizione può essere indicata per le proprietà antinfiammatorie, per il miglioramento della funzionalità articolare e per contrastare gli stati di tensione localizzati, migliora la funzionalità dell’apparato digerente e sostiene, inoltre, il drenaggio dei liquidi corporei e la funzionalità del microcircolo, alleviando la sensazione di gambe pesanti e contrastando gli inestetismi della cellulite.  

In offerta!
Solo 0,40€ a cps
 24,00

Dolsen complex è un integratore alimentare a base di Palmitoiletanolammide (PEA), Acido Alfa Lipoico, Bromelina, Vitamina B1, Vitamina B6, Vitamina B12, utile in caso di ridotto apporto o di aumentato fabbisogno di tali nutrienti nella dieta.

 29,00

Dolsen 600 è un integratore alimentare a base di Palmitoiletanolamide  (PEA) micronizzata utile in caso di ridotto apporto o aumentato fabbisogno di tale nutriente nella dieta.

Sotto il nome di artrite, che letteralmente significa “articolazione dolorante”, rientrano più di cento condizioni diverse. Tutte queste forme hanno in comune la caratteristica di provocare una infiammazione a livello articolare, frequentemente accompagnata da gonfiori, arrossamenti, aumento della temperatura e dolori che comportano un irrigidimento e una perdita di funzionalità.

Le artriti fanno parte della più ampia categoria delle malattie reumatiche, anche se frequentemente i due termini sono utilizzati indifferentemente. Alcune malattie reumatiche possono colpire anche tessuti e organi interni del corpo. Queste malattie sono tra le cause principali di disabilità nella popolazione, soprattutto in quella più anziana, rappresentando un problema di salute pubblica sia per l’elevato impatto sulla popolazione che per i costi terapeutici e previdenziali ad esse associati. Solitamente, si tratta di condizioni croniche, che possono quindi accompagnare la persona colpita dal momento in cui compaiono per il resto della sua vita.

Una malattia, molte forme diverse

  • Osteoartrite: è quella più comune tra le persone anziane ed è la causa principale di disabilità fisica Lesiona le cartilagini e conseguentemente comporta spesso un contatto diretto tra le ossa nelle articolazioni.
  • Artrite reumatoide: interessa le articolazioni ma anche i tessuti epidermici, polmonari, oculari e i vasi sanguigni.
  • Gotta: si manifesta come dolore improvviso e molto intenso e infiammazione e ingrossamento delle articolazioni.
  • Artrite reumatoide giovanile: la forma più comune tra i bambini, che causa dolore, irrigidimento, gonfiore e perdita di funzione delle articolazioni.
  • Fibromialgia: una malattia cronica che causa dolori in tutti i tessuti che supportano ossa e articolazioni. I dolori e l’irrigidimento si manifestano nei muscoli e nei tendini, soprattutto sul collo, colonna vertebrale, spalle e fianchi.
  • Lupus sistemico eritematoso: una malattia autoimmune che comporta infiammazione di articolazioni, pelle, reni, cuore, polmoni, vasi sanguigni e cervello.

I sintomi della malattia si manifestano su diversi piani:

  • Fisico: dolori articolari, stanchezza e spossamento, perdita della capacità motoria. Questi sintomi comportano rischi elevati associati a una ridotta mobilità (malattie cardiovascolari, diabete, alta pressione, sovrappeso e obesità).
  • Psicologico: stress, depressione, rabbia, ansia, senso di impotenza, mancanza di autocontrollo
  • Sociale: tendenza all’isolamento, difficoltà nel lavoro e a scuola, problemi sessuali

cause e fattori di rischio

Le cause dell’artrite sono oggetto di intense ricerche sia negli Stati Uniti che in Europa. I risultati finora ottenuti indicano che si tratta di malattie complesse, caratterizzate da diversi fattori di rischio, da quelli genetici, allo stile di vita, in particolare dalla dieta all’attività fisica, fino a fattori ambientali. Esistono inoltre notevoli differenze di genere nella propensione a sviluppare un tipo o un altro di artrite. Gli studi si concentrano sul chiarire le cause e i fattori di rischio delle singole forme di artrite, anche se non sempre è possibile operare una distinzione netta tra i fattori che determinano una forma o l’altra.

Come prevenire l' artrite

Data la complessità dei fattori che determinano la comparsa della malattia e il fatto che per quasi tutte le forme, eccetto quelle infettive, non esiste ancora una terapia risolutiva, una particolare attenzione deve essere posta sulle azioni di prevenzione. Un attento monitoraggio della storia medica e familiare di un individuo contribuisce a effettuare una diagnosi precoce e a mettere in atto comportamenti che possono ritardare la comparsa e ridurre la gravità della malattia. Tra questi, particolare rilievo hanno una dieta e un regime di attività fisica adeguati che possono efficacemente ridurre lo sviluppo e l’impatto della malattia. Questo è particolarmente vero per quelle forme, come l’osteoartrite, che si manifestano in età avanzata, sulle quali pesa in modo particolare lo stile di vita della persona.

trattamento

Vale la pena ribadire che non esiste a oggi, tranne nel caso delle artriti di origine infettiva, nessun trattamento risolutivo della malattia. Possono invece essere applicate una serie di terapie volte a migliorare lo stile di vita della persona malata, riducendone i dolori e la disabilità conseguente e restituendo la possibilità di svolgere mansioni quotidiane ed eventualmente anche attività lavorative.
Tra le forme di trattamento più efficaci si includono periodi di riposo e rilassamento e una attività fisica adeguata.

Anche la terapia del freddo e del caldo possono ridurre i dolori e le infiammazioni di origine artritica. Nel primo caso, si applicano impacchi e spray raffreddanti e si eseguono massaggi con il ghiaccio direttamente sull’articolazione dolorante allo scopo di raffreddarla riducendo la sensibilità dei nervi presenti. Nel secondo caso, si utilizzano cere, microonde, ultrasuoni e vapore per aumentare il flusso sanguigno e incrementare la tolleranza al dolore e la flessibilità. La scelta della terapia più appropriata dipende dal tipo di artrite diagnosticata.

rimedi naturali contro l'artite

Tra i rimedi fitoterapici per l’artrite compaiono validi antinfiammatori tra cui menzioniamo:

  • Aloe vera: contiene steroidi dalle proprietà antinfiammatorie, simile a quella esercitata dai farmaci di sintesi a base steroidea, frequentemente utilizzati nelle malattie reumatologiche di origine autoimmune, ma priva di tutti gli effetti collaterali tossici delle molecole chimiche in questione. Per questa ragione è di aiuto nei problemi osteoarticolari, come l’artrite, reumatismi e dolori articolari.
  • La Bromelina: utilizzata anche per migliorare la circolazione e il trofismo cutaneo, in quanto svolge un’azione antitrombotica, perché in grado solubilizzare le placche arteriosclerotiche, ostacolando così la formazione di trombi all’interno dei vasi sanguigni. Per questa ragione si rivela utile in presenza di vene varicose e nei disturbi del sistema circolatorio. Questa sostanza è inoltre impiegata come antiedemigeno, particolarmente efficace nel trattamento delle infiammazioni localizzate dei tessuti molli associate a traumi, nelle reazioni tissutali postoperatorie e in presenza di edemi o cellulite (lipodistrofia localizzata), ecchimosi ed ematomi in quanto accelera il riassorbimento degli stravasi emorragici.
  • La Boswellia: pianta dalle potenti proprietà antinfiammatorie anti-artritiche, migliora l’afflusso di sangue per le articolazioni e ripristina l’integrità dei vasi indeboliti da spasmo, il tutto senza gli effetti collaterali osservati con i farmaci tradizionali di scelta.

Nutravisa ti aiuta con:

×

Powered by WhatsApp Chat

×